L’Artista

Marco Toso Borella è un artista a 360°, nato a Murano dove tuttora vive e svolge la sua professione come pittore e incisore su vetro nella continuità di antiche tradizioni familiari.

Oltre alla partecipazione a mostre e rassegne artistiche internazionali, le sue opere sono presenti in musei e collezioni private. Nel 2011 nell’ambito delle celebrazioni per il 150° anniversario della fondazione del Museo Vetrario di Murano, una sua opera in graffito oro “Trittico Metropolitano”, è stata esposta nel Museo, dove è tuttora custodita, come rappresentazione di una tecnica di lavorazione su vetro unica ed esclusiva.

Proprio per l’originalità di questo tipo di lavorazione, Marco Toso Borella è citato nella collana “I Dizionari dell’Arte”, firmata da Antonella Fuga, pubblicata da Electa nel 2004 e successivamente nell’Opera Artists Techniques and Materials pubblicata nel 2006 da The J. Paul Getty Museum di Los Angeles.

Dal novembre 2016 è installata nella Basilica dei Santi Maria e Donato di Murano, la sua Via Crucis di Vetro, un’opera unica al mondo e donata come omaggio inestimabile alla sua isola per essere esposta al pubblico gratuitamente.

L’opera si compone di 15 icone di vetro decorate a graffito su foglia d’oro e smalti raffiguranti le 14 stazioni tradizionali della Via Crucis più una quindicesima raffigurante la Resurrezione.

Nella sua eccezionale creatività artistica Marco Toso Borella sviluppa parallelamente all’attività di pittore su vetro anche l’attività di scrittore 0saggi storici, racconti e romanzi accompagnandoli con la parte grafica appositamente realizzata.
Tra le sue creazioni più apprezzate compaiono due opere narrative: la raccolta di racconti ispirati al mondo degli scacchi “Padroni e Pedine (scacchi a chi?)” Ed. Supernova 2005, da cui è stato tratto uno spettacolo teatrale nel quale l’autore interpreta i vari racconti che compongono l’opera, e il fortunatissimo romanzo ucronico “Venezia impossibile 1989: il Serenissimo Principe fa sapere che…”, Ed. Supernova 2003, giunto alla seconda ristampa, tradotto in lingua inglese e trasposto anche in versione cinematografica nell’omonimo film “Venezia Impossibile” presentato nell’ambito della Mostra del Cinema di Venezia nel 2013.

Dotato di grande sensibilità musicale ha cantato con numerose formazioni polifoniche e non e attualmente dirige il dinamico gruppo vocale dei “Vocal Skyline” e la “Big Vocal Orchestra”, quest’ultima la più grande orchestra vocale d’Italia con più di 250 elementi, per le quali cura non solo la direzione ma anche gli arrangiamenti vocali e le coreografie.

L’Arte è Tutto. È Barattolo infinito di ogni Cosa. Da versare, da mescolare, da respirare.

È Luce, e Ombra. È Parola, e Silenzio. È Lacrima, e Sorriso.
È Suono, e Pausa. È Tu, e io.
L’Arte è Tutto. È Vita. E Vita.

MTB